The FK experience il sito di Franz Krauspenhaar

15 gennaio 2009

Letteratura con… i Vianella.

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 15:46

 b529_1.JPG

Roland Barthes, Mythologies, Seuil, 1970, p. 97

« La littérature n’est plus soutenue par les classes riches (…) Qui
soutient la littérature ? Vous, moi. C’est-à-dire des gens sans revenus. La
littérature est soutenue par une clientèle de déclassés. Nous sommes des
exilés sociaux et nous emportons la littérature dans nos maigres bagages. »

SEMO GENTE DE BORGATA DEI VIANELLA.

ASCOLTATELO PER CONSOLARVI.  

15 Comments

  1. roma nostra bbèlla!

    Commento by dott. egidio lanzone — 15 gennaio 2009 @ 17:34

  2. Buon giorno Franz; spesso, quasi ad autoconsolarmi dalla quotidianità, mi tornano in mente le parole di un’altra canzone dei Vianella: “vestiti usciamo[…] se dobbiamo fare l’amore all’ultimo piano allora vestiti, usciamo”.
    Grandi cose, virtualmente Antonello

    Commento by Antonello Bellanca — 16 gennaio 2009 @ 11:54

  3. Ah sì, è vero. quella è davvero triste, mi pare.

    ciao antonello, grazie del passaggo.

    Commento by franz krauspenhaar — 18 gennaio 2009 @ 10:40

  4. Ciao Franz,
    hai deciso di mettere in quarantena il buon macondo?

    Commento by macondo — 19 gennaio 2009 @ 03:02

  5. come in quarantena? perchè?

    sei un commentatore super!

    Commento by franz krauspenhaar — 19 gennaio 2009 @ 21:44

  6. Probabilmente c’è stato un problema tecnico. Era da tre giorni che tentavo di postare qui, senza riuscirci. Poi ho fatto quel post e, ironia della sorte telematica, ha preso. Questi i retroscena, a cui va aggiunto il mio pensar male…

    Commento by macondo — 19 gennaio 2009 @ 23:11

  7. mi piace di più la versione der califfo con manata sula coscia.
    Senti e guarda (e leggi che se no non si capisce) questa
    http://rebetika.splinder.com/post/19388250/ΤΑ+ΠΑΙΔΙΑ+ΤΗΣ+ΓΕ

    Commento by mario pandiani — 20 gennaio 2009 @ 00:00

  8. eh hai pensato male! farai la fine di andreotti!:-)

    ciao mario,sarò franco: non è esattamente il mio genere. sono fermo a zorba il greco con anthony quinn che sicuramente non c’entra un cazzo.

    la versione del califfo è tremeda. inutile (forse) dire che l’autore del testo è lui. tristissimi davvero, senza ironia.

    Commento by Franz Krauspenhaar — 20 gennaio 2009 @ 01:44

  9. E Roland, poverino, che è rimasto tutto solo?
    Per dargli retta, direi che dopo Mythologies i suoi “revenus” sono un po’ aumentati per “soutenir” la letteratura. Cmq di Roland ce ne vorrebbero di questi tempi e blog che se non stai attento ti menano dei gran fendenti di dizionario, con le etimologue puntate contro come se fossero pistole. Già, ho nominato la “letteratura”… meglio che vada a cercarne subito la definizione sul dizionario, sennò…

    Commento by macondo — 20 gennaio 2009 @ 03:04

  10. sì, altrimenti ci ritroviamo nella mailbox delle lunghe, lunghe mail, piene di punti di domanda, ma tanti, tanti punti di domanda…

    Commento by franz krauspenhaar — 20 gennaio 2009 @ 09:36

  11. Ehi, ma è la storia della mia vita!
    soprattutto quando dice: “stamo mejo noi che nun magnamo mai!”

    Commento by gianni biondillo — 20 gennaio 2009 @ 16:45

  12. Ah, è sua? pensavo che fosse una canzone di Berlusconi-Apicella, viste le ultime raccomandazioni dei nostri politici su come affrontare la crisi.
    Si scherzavo, è squallore allo stato solido, ma non è che i Vianella mi rendano meno triste.

    Commento by mario pandiani — 20 gennaio 2009 @ 21:47

  13. Mah, nel mio caso devo riconoscere ai Vianella di aver compiuto una grande rivoluzione: mi hanno scaraventato dal ballo della mattonella all’hully gully. Invece, le altre rivoluzioni le ho sempre attese…

    Commento by macondo — 21 gennaio 2009 @ 16:17

  14. siete stupendi.

    gianni, scusa, non è che esageri? proprio tu, poi… o stai digiunando?:-)

    Commento by franz krauspenhaar — 22 gennaio 2009 @ 00:57

  15. Vuoi per caso dire che sono un ciccione? Come ti permetti???
    ;-)

    Commento by gianni biondillo — 24 gennaio 2009 @ 00:52

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress