The FK experience il sito di Franz Krauspenhaar

16 aprile 2006

CARO BERLUSCONI

Filed under: Blog — Franz Krauspenhaar @ 16:02

di Cristiano Malgioglio

(Per festeggiare la sconfitta alle elezioni della Cdl e specificatamente di Silvio Berlusconi, offro alla gentile clientela dell’Agenzia il testo di grande pregnanza e significato di una canzone del cantautore e presentatore siciliano dedicata al grande statista. Buona lettura.F.K.)

Caro Berlusconi, vorrei una soluzione
che sia quella iniziale, che mi dia una svolta.

Caro Berlusconi, se solo mi notasse
sarei il più bel volto internazionale.

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente…

Caro Berlusconi, vorrei una soluzione
che sia quella iniziale, che mi dia una svolta.

Caro Berlusconi, se solo mi notasse
sarei il più bel volto internazionale.

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

Caro Berlusconi, vorrei una soluzione
che sia quella iniziale, che mi dia una svolta.

Lei potente, io niente
eroe di mamma mia solamente e e…

11 Comments

  1. Festeggiamo si’ caro Franz, brindiamo con alti e traboccanti calici (birra?) alla sconfitta del Caimano. Intanto pero’ il Nord, il profondo e laborioso Nord, malgrado sia stato preso per 5 anni per i fondelli, fra tagli delle tasse e rilancio dell’economia, non si e’ rivoltato contro, ma ha votato ancora compatto per lui. Forse che il centrosinistra sia distante ancora anni luce dai problemi di chi produce l’80% del Pil? Che pensa ancora alla lotta di classe quando la classe operaia non esiste piu’? Oppure il Nord ha abdicato al suo ruolo di moralizzazione e ha perso coraggio che cancello’ in una stagione i partiti politici che fecero la prima repubblica? In sintesi: festeggiamo ma togliamoci l’illusione d’aver cacciato il Berlusca. E facciamo si’ che almeno l’inizio della legislatura (perche’ dopo non si sa come andra’ a finire) non sia di nuovo, come alcune interviste lasciano intendere, l’ennesima fiera dell’inciucio. Al Berlusca nessun sconto. Ma una legge per risolver una volta per tutte il conflitto d’interesse. Almeno per rispetto di chi centrosinistra a votato (magari turandosi il naso) per non veder piu’ ingrassare i bilanci di Mediaset.

    Commento by Momus — 18 aprile 2006 @ 10:58

  2. Stiamo a vedere, Momus. Ma del testo di Malgioglio che ne pensi/pensate?
    (Questo è un blog letterario, in fin dei conti:-))

    Commento by F.K. — 18 aprile 2006 @ 14:00

  3. Sì, dopo attenta analisi della sua produzione, utilizzando tutti gli apparati critico-ermenutici di cui dispongo, e con il fattivo contributo di parecchi studiosi stranieri, la conclusione non può essere che questa: siamo davanti a uno dei più grandi p(o)eti viventi.

    Commento by fm — 18 aprile 2006 @ 14:52

  4. E’ chiaro che l’ermenutica è una nuova disciplina, diretta filiazione dell’ermeneutica, da sola incapace di accostare l’opera di cotanto p(o)eta.

    Commento by fm — 18 aprile 2006 @ 14:54

  5. Fanculizzata purgativa?

    Commento by Mia H. — 18 aprile 2006 @ 16:00

  6. “Caro Berlusconi, vorrei una soluzione
    Che sia quella iniziale, che mi dia una svolta…”

    Caro Franz… non dico del testo… ma mi lascia pensare il fatto che anche l’industria culturale odierna in parte nasca, si alimenti e si gonfi su un principio simile.
    Perché si scrive? E perché si vuole essere letti? A ciascuno il suo.
    Roc

    Commento by Rocco — 18 aprile 2006 @ 18:32

  7. @ Mia H.

    Ma no, è solo invidia (da parte mia).

    @ Rocco

    Perché l’importante è ve/fi nire.

    Commento by fm — 18 aprile 2006 @ 19:47

  8. Cara Mia, ti vedo preparata sul Malgioglio…:-)

    Commento by F.K. — 18 aprile 2006 @ 20:08

  9. @ F.M
    scusami l’ignoranza… ma non ho capito cosa significhi ve/fi nire

    Commento by Rocco — 18 aprile 2006 @ 23:17

  10. Nessuna ignoranza, caro Rocco, è il genio (del nostro) che confonde e induce chi scrive a credere che tutti conoscano la sua opera omnia. L’arcano è presto svelato: uno dei suoi massimi poemi (del nostro) si intitola “L’importante è venire”, poi vergognosamente (!) censurato e corretto dal regime imperante in “L’importante è finire”. Un testo che era una vera e propria dichiarazione di poetica, capaci di aprire sentieri impensati alla lirica del nuovo millennio, veniva banalmente scambiato per un volgare (!) invito al coitus non interruptus. Ma pensa un po’ te! Com’è ingrato e maldicente il mondo nei confronti della vera grandezza. Io sono qui, in trepidante attesa della pubblicazione della sua (del nostro) opera omnia. Intanto ascolto i Sex Pistols in cuffia.

    Buon giorno a tutti.

    fm

    Commento by fm — 19 aprile 2006 @ 04:35

  11. Grazie Fm, rischiavo di non dormire stanotte :-)
    Buona giornata anche a te

    Commento by Rocco — 20 aprile 2006 @ 23:34

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress